03/11/2015
Alcuni dati chiave sulle storiche elezioni
32 milioni di votanti l'8 novembre decideranno il futuro del paese

32 milioni di votanti.

6.040 sono i candidati  (800 candidate donne pari al 13,3%) dei 91 partiti politici  e 310 i candidati indipendenti che si sono presentati per oltre 1.000 seggi ai vari livelli del parlamento . Va ricordato che la costituzione prevede che il 25 % dei seggi venga assegnata a militari nominati. I candidati  del partito di governo USDP sono 1.122, mentre 1.124 sono i candidati del partito di opposizione NLD.

Un totale di 10.500 osservatori internazionali sono schierati per monitorare l’andamento delle elezioni tra cui 1.118 diplomatici, osservatori di organismi internazionali e 9. 406 rappresentanti di  13 organizzazioni locali. 40.000 forze di polizia addestrate per il monitoraggio dei seggi elettorali.

290 giornalisti di 45 media copriranno le elezioni. Due centri d’informazione sui risultati sono stati costituiti presso il Myanmar Peace Center di Yangon e presso l’ufficio della Commissione Elettorale di Nay Pyi Taw e inizieranno a lavorare l’8 novembre.

46.400 sono i seggi elettorali in 1.163 distretti elettorali , prevalentemente nelle Regioni di Yangon, Mandalay Ayeayaddy, Bago e Magway in cui si voteranno i tre livelli ovvero la Camera Bassa (330 seggi), La Camera delle Nazionalità o Camera Alta 168 seggi), i Parlamenti a livello delle regioni o dei singoli Stati (636 seggi)  e 29 rappresentanti  delle nazionalità etniche. La commissione elettorale ha deciso che in alcuni collegi, soprattutto nello Stato Shan non si voti, a causa della situazione di instabilità e dei conflitti in atto.

La campagna elettorale si chiude il 6 novembre, due giorni prima del voto.

I militari, le loro famiglie, i dipendenti pubblici e i funzionari addetti alle elezioni hanno già cominciato a votare e il voto anticipato terminerà il 7 novembre.

All’estero in 44 ambasciate sono stati aperti i seggi per permettere a 29.000  residenti all’estero di votare.

 

News