19/09/2017
Importante Forum delle donne per la pace nello Stato Karen
Di Nyein Nyein 20 settembre 2017

Più di 400 donne si sono riunite in un forum di pace a Hpa-an, la capitale dello stato di Karen, per tre giorni di discussione sulla pace e la sicurezza delle donne e per commemorare la Giornata internazionale della pace giovedì 21 settembre

Il Forum delle donne per la pace, che si tiene dal 19 al 21 settembre, si è concentrato sulla condivisione delle esperienze attraverso discussioni di gruppo riguardanti la pace e la sicurezza, i rifugiati interni, la violenza contro le donne e gli sforzi delle donne nell'attuale processo di costruzione della pace di Myanmar.

Quest'anno i partecipanti hanno incluso parlamentari, il direttore del dipartimento governativo del welfare e rappresentanti della minoranza etnica di gruppi compresi l'Akha e Wa, secondo le organizzatrici. Sono presenti anche membri della Lega delle donne  Birmane, della rete di parità di genere, della rete delle donne e dell'alleanza per l'inclusione di genere nel processo di pace.

Le presenti hanno affermato di essere  unite nel mostrare la loro solidarietà al movimento delle donne per la pace, ha dichiarato Lway Poe Ngal, segretario generale della Lega delle Donne birmane, che ha ospitato il forum con il Gruppo per l' Empowerment delle donne  Karen. Il tema di quest'anno per il forum era "Insieme per la Pace".

"Dobbiamo lavorare con più impegno e lavorare di più" per raggiungere la pace e massimizzare il coinvolgimento delle donne, ha dichiarato Daw Zin Mar Aung, parlamentare della Lower House che rappresenta  la Township  diYankin a Yangon.

Daw Zin Mar Aung e altri parlamentari hanno aderito alla seconda sessione della conferenza di pace Panglong del 21° secolo a maggio e hanno partecipato alle discussioni di ciascuno dei cinque settori chiave: la politica, l'economia, le questioni sociali, la sicurezza, la terra e l'ambiente.

Daw Zin Mar Aung ha affermato che il quadro di dialogo politico richiede l'inclusione diel 30 per cento di donne tra la rappresentanza e che ha visto che "sia il governo che il settore legislativo stanno cercando di praticarla".

"Ma dobbiamo ancora cercare di includere altre donne, perché nell'ultima Conferenza dell'Unione Europea ci sono state circa 17 per cento rappresentanti di donne", ha detto, riferendosi a 154 donne di 910 delegati e persone di supporto tecnico.

Tuttavia, secondo le cifre del governo rilasciate dopo la Conferenza di Pace dell'Unione, c'era solo il 15 per cento delle donne delegate, e i loro calcoli indicavano che c'erano 105 donne su 700 delegati.

Uno degli obiettivi dell'attuale forum di pace, aggiunto Lway Poe Ngal, è "raccogliere raccomandazioni" per il piano nazionale di azione strategica del governo per l'avanzamento delle donne, fissato per un periodo di dieci anni, dal 2013-2022.

"Le voci della gente comune devono essere ascoltate dai decisori; così abbiamo invitato i membri dei parlamenti e del dipartimento del welfare sociale ", ha detto Lway Poe Ngal, riferendosi all'inclusione nel piano d'azione nazionale del governo.

Il WLB, un'alleanza di tredici organizzazioni delle donne etniche in Myanmar, è un sostenitore di lunga data per l'empowerment delle donne, la leadership politica femminile e la partecipazione al processo di costruzione della pace.

"Non esiste ancora una situazione pacifica nella zona del conflitto,  se non si ferma la guerra, la violenza contro le donne continua a continuare", ha detto Lway Poe Ngal.

I sostenitori organizzeranno un evento per la Giornata Internazionale della Pace il giovedì, con le donne che intendono indossare magliette con lo slogan "No Women, No Peace".

Argomenti: Parlamento, Processo di pace, Politica, Donne
News