07/08/2015
Riparte il progetto per la costruzione del megaporto e della Zona Economica Speciale di Dawei
Incontro tra Tailandia e Birmania per l'inizio dei lavori

Lo sviluppo lungamente posticipato del porto profondo di Dawei e della Zona Economica Speciale sembra fare passi avanti. Nei prossimi giorni si terrà in Birmania la riunione tripartita del Joint High-Level Committee che dovrà discutere i dettagli del  mega progetto.

Questo sarà un momento importante, visto che il governo birmano dovrà sottoscrivere gli accordi per la realizzazione delle opere per lo sviluppo della prima fase del mega progetto con i due dei  più importanti gruppi tailandesi: la Rojana Industrial Park Plc e la Italian Thai Development Plc (ITD).

Arkhom Termpittayapaisith, Segretario generale del National Economic and Develoment Board ha dichiarato che la riunione co- presieduta dal vice ministro del commercio tailandese e dal vice presidente birmano si concentrerà principalmente su tre questioni tra cui la partnership del Giappone nello sviluppo della Dawei SEZ Development C. (DSDC).

Tailanda e Birmania hanno concordato da tempo un piano di sviluppo complessivo  che dovrebbe prevedere una zona industriale di circa 132km quadrati, un porto profondo che potrà gestire 170 milioni di tonnellate di merci e 5 milioni di TEU l’anno, una strada a quattro corsie per collegare il confine della Tailandia con Dawei, la fornitura e il trattamento delle acque e  importanti impianti energetici. L’investimento iniziale previsto per la realizzazione della Zona Economica Speciale sarà di 12 miliardi di Bath, di molto inferiore ai 100 miliardi proposti in precedenza.

News