22/03/2016
Uno spettacolo da non perdere. Un messaggio di pace in un periodo di terribili eventi.
Dal 13 al 17 aprile al Teatro Argentina andrà in scena lo spettacolo "Vita agli arresti di Aung San Suu Kyi", uno spettacolo di Produzione Teatro delle Albe - Ravenna Teatro che che porta sul  palcoscenico la vita di una delle figure femminili, Nobel per la pace nel 1991, più influenti della nostra storia politica e sociale contemporanea.

«Viene messo in scena lo scandalo della bontà. Se vogliamo cambiare il mondo la bontà è necessaria ».
Con queste parole il regista Marco Martinelli descrive il suo VITA AGLI ARRESTI DI AUNG SAN SUU KYI, spettacolo all’interno del quale viene analizzato, in maniera mai retorica, il concetto di bontà vista come eresia, nel suo senso letterale di “scelta”: scelta di non essere così come qualcuno ci vuole, massificati e gregari, bensì aperti ad un dialogo, ad una mitezza e misericordiosa compassione, oltre che capaci di avere il senso della propria dignità e della dignità del proprio interlocutore.
C’è un prezzo da pagare per mantenere viva la propria dignità di esseri umani.
Lo spettacolo ripercorre anni di storia della Birmania dal 1947, data dell’omicidio del generale Aung San, leader della lotta indipendentista e padre di Aung San Suu Kyi, al 2010 quando quest’ultima, volto politico dell’opposizione birmana, torna finalmente in libertà dopo oltre vent’anni di arresti domiciliari, ma soprattutto si conosce da vicino una donna che ha scelto di sacrificare se stessa e i suoi affetti più cari per una causa superiore.
Parlando della storia di un Paese lontano si finisce per parlare della Storia e della più stringente attualità e ci viene restituita una lezione politica quanto mai attuale in un momento in cui la politica è solo violenza e incapacità totale di un vero dialogo. Però le scelte poi si pagano e Aung San Suu Kyi ne è la dimostrazione. C’è un prezzo da pagare per mantenere viva la propria dignità di esseri umani ma, del resto, «non si possono accantonare come obsoleti concetti quali verità, giustizia e solidarietà, quando questi sono spesso gli unici baluardi che si ergono contro la brutalità del potere».

Una occasione di approfondimento importante E' prevista una promozione rivolta  agli amici di ITALIA-BIRMANIA.INSIEME e ai lettori di Birmania democratica.
News