Conclusioni del Consiglio Europeo UE del 23 aprile 2012

Le conclusioni del consiglio Europeo sottolineano i grandi passi avanti compiuti dalla Birmania nel percorso verso la democrazia. Si riconosce che tali riforme richiederanno tempo per essere attuate e portare i necessari frutti.

Il Consiglio sottolinea l'importanza della correttezza delle elezioni suppletive che hanno visto la vittoria di Aung San Suu Kyi; i progressi nel cambiamento delle leggi che garantiscono la libertà di associazione e la proibizione del lavoro forzato; gli sforzi del governo nel raggiungimento del cessate il fuoco e della pace negli stati etnici. a seguito di questi fatti la EU sospende le misure restrittive nei confronti del governo eccetto il commercio di armi e riattiva il sistema di preferenze generalizzate. Ma contemporaneamente sottolinea la necessità di un impegno per il rilascio incondizionato dei prigionieri politici ancora in carcere e la eliminazine delle restrizioni per coloro che sono già stati liberati;

Quadro complessivo per la politica della UE e per il sostegno alla Birmania/Myanmar

un importante passo in avanti della Unione Europea a sostegno del processo di cambiamento nel paese

05/07/2015 EU Multiannual Indicative Programme 2014-2020 Myanmar

EU Development Cooperation Instrument

13/07/2015 Conclusioni del Consiglio UE sulle prossime elezioni politiche in Birmania

la UE auspica elezioni democratiche, inclusive, credibili, trasparenti ed eque

08/04/2016 Il Ministro Gentiloni incontra il nuovo Presidente birmano e la Leader Aung San Suu Kyi

Forte sostegno dell'Italia al processo di democratizzazione

19/02/2016 L'Italia riconferma il pieno sostegno alle istituzioni democratiche birmane

L'Ambasciatore Aliberti incontra i neo Presidenti delle due Camere

09/02/2016 L'Italia sostiene il processo di evoluzione delle forze amate birmane e verso il progressivo abbandono della politica

L'Ambasciatore Italiano Aliberti incontra il Capo delle Forze Armate Birmane