1/9/2007
La Birmania deve rimanere una priorità. Lo ha dichiarato la UE.
A seguito di incontri con il Segretario Generale dell'ONU Bank Ki-moon e il suo inviato in Birmania Ibrahim Gambari, Piero Fassino ha dichiarato che si è trovato un terreno comune in particolare rispetto al bisogno di ottenere il sostegno di tutti i paesi asiatici chiave per le pressioni diplomatiche al fine di assicurare un dialogo politico tra il regime e l'opposizione.
il diplomatico italiano ha sottolineato il rischio che la crisi birmana sia eclissata dalle crisi emergenti in altre parti del mondo, come il Pakistan e il Kenya.
"questa è una situazione che vorremmo evitare ha dichiarato" "vogliamo mantenere la Birmania al centro della agenda della comunità internazionale... il nostro comune obiettivo è di sbloccare la situazione  che oggi appare in stallo".
Fassino ex ministro della giustizia italiano che è stato nominato come inviato speciale per la Birmania il novembre scorso, ha dichiarato che la sua azione si svolge in coordinamento con Ban Ki-moon.
ha aggiunto inoltre che uno degliobiettivi chiave rimane la liberazione della leader birmana Aung San Suu Kyi e degli altri prigionieri politici e che intende visitare l'India, l'Indonesia, la Tailandia, il Vietnam nei prossimi due mesi dopo il viaggio a dicembre in Cina per sostenere una pressione coordinata  nei confronti della giunta militare.
Anche Gambari ha programmato un viaggio  a breve a Delhi e a Pechino prima della visita programmata in Birmania. Nel corso di una recente missione in Asia Gambari ha  dichiarato che il mondo sta perdendo la pazienza a seguito degli scarsi progressi verso la democrazia in Birmania
Quadro complessivo per la politica della UE e per il sostegno alla Birmania/Myanmar

un importante passo in avanti della Unione Europea a sostegno del processo di cambiamento nel paese

05/07/2015 EU Multiannual Indicative Programme 2014-2020 Myanmar

EU Development Cooperation Instrument

13/07/2015 Conclusioni del Consiglio UE sulle prossime elezioni politiche in Birmania

la UE auspica elezioni democratiche, inclusive, credibili, trasparenti ed eque

08/04/2016 Il Ministro Gentiloni incontra il nuovo Presidente birmano e la Leader Aung San Suu Kyi

Forte sostegno dell'Italia al processo di democratizzazione

19/02/2016 L'Italia riconferma il pieno sostegno alle istituzioni democratiche birmane

L'Ambasciatore Aliberti incontra i neo Presidenti delle due Camere

09/02/2016 L'Italia sostiene il processo di evoluzione delle forze amate birmane e verso il progressivo abbandono della politica

L'Ambasciatore Italiano Aliberti incontra il Capo delle Forze Armate Birmane