3/4/2010
Comunicato stampa congiunto FTUB-FTUK e rapporto sul lavoro forzato
Pubblichiamo - in italiano - due documenti significativi in tema di lavoro forzato e diritti del lavoro violati in Birmania: qui sotto, e in allegato, il comunicato stampa congiunto di FTUB e FTUK di condanna al continuo uso del lavoro forzato in Birmania. In allegato è possibile invece trovare il "Rapporto su tortura, lavoro forzato e altri abusi dei diritti umani dei lavoratori nello Stato Karen" pubblicato dalla Federation of Trade Unions Kawthoolei (FTUK).


*          *          *

Comunicato stampa congiunto FTUB-FTUK
Data: 28 febbraio 2010

Federation of Trade Unions-Burma (FTUB) e Federation of Trade Unions-Kawthoolei (FTUK) esprimono la propria forte condanna del Consiglio di Stato per la Pace e lo Sviluppo (SPDC), dell’esercito birmano e delle autorità locali per il continuo ricorso al lavoro forzato in tutto il paese in violazione della Convenzione 29 dell’OIL e dell’accordo SPDC/OIL. FTUB e FTUK sottolineano l’esistenza di prove recenti della più totale inosservanza della Convenzione da parte dell’SPDC, come nel caso di oltre 400 persone nell’area compresa tra Tavoy e Taungoo obbligate al lavoro forzato per i militari o nel caso dell’uccisione di sindacalisti attivi contro il lavoro forzato.

FTUB e FTUK denunciano un ultimo caso, prima del 17 gennaio del 2010, provato dall’esistenza di ordini ufficiali dell’SPDC, i quali obbligano la popolazione al lavoro forzato nel villaggio di Kyauk Kyi. La strategia avviata dai due Battaglioni Fanteria Leggera 367 e 346 agli ordini del Generale Kaung Myint nella divisione Pegu (est) ha portato a quanto segue:

  • Esecuzione di Saw Aye Mu, membro del KAWU [comunità di KyaukKyi, distretto di Nyaunglaybin]
  • Esecuzione di Saw Mya Kaw Htoo, membro del KEWU [comunità di KyaukKyi, distretto di Nyaunglaybin]
  • 85 case in 3 villaggi date alle fiamme [comunità di Kyauk Kyi, distretto di Nyaunglaybin]
  • Chiusura di 13 scuole che garantivano l’istruzione a 531 bambini [comunità di Kyauk Kyi, distretto di Nyaunglaybin]
  • Un ospedale con 20 posti letto costruito dal dipartimento della sanità del Karen National Union dato alle fiamme, con conseguente distruzione di tutte le attrezzature e le dotazioni essenziali [comunità di Kyauk Kyi, distretto di Nyaunglaybin.
  • Oltre 470 persone di 12 villaggi costretti al lavoro forzato [comunità di Htantabin, distretto di Taungoo.

Non si conosce la sorte degli abitanti dei villaggi fuggiti nella giungla vicina per timore di ulteriori rappresaglie dell’SPDC.

Insieme ai numerosi casi simili già noti agli uffici dell’OIL, queste prove sono più che sufficienti affinché l’OIL assuma ulteriori forti misure. Sono stati concessi tempo, denaro e pazienza più che sufficienti affinché l’SPDC sradicasse il lavoro forzato. Il progetto dell’OIL nell’area colpita dal ciclone Nargis ha costituito un’operazione volta al miglioramento dei rapporti e utile per la popolazione di Mawlamyaing; tuttavia la priorità dell’OIL consiste nel dare attuazione alle raccomandazioni della Commissione d’Inchiesta. Facciamo appello a UNDP, Croce Rossa francese, FAO e WFP affinché collaborino con l’EIIP (il programma infrastrutturale ad alta intensità di manodopera dell’OIL) e accettino di far parte del sistema di vigilanza dell’OIL sul lavoro forzato e i bambini soldato.

FTUB e FTUK fanno appello alla Confederazione Internazionale dei Sindacati (ITUC-CIS) e ai suoi membri, alle Federazioni Sindacali Internazionali, agli Stati membri e alle organizzazioni datoriali del Consiglio di Amministrazione dell’OIL e alle istituzioni internazionali affinché venga data piena attuazione alla Risoluzione dell’OIL n° 2001/6 e affinché la giunta venga deferita alla Corte Internazionale di Giustizia senza ulteriori indugi, richiedendo un Parere Consultivo urgente sulla violazione di questa fondamentale convenzione sui diritti umani.



Persone di contatto
U Maung Maung – Tel. 66 860905672
Saw Dot Lay Mu – Tel. 66 878481491



(4 Marzo 2010)
19/05/2007 Campagna Birmania

La Confederation of Trade Unions of Myanmar ottiene la registrazione dal governo.

Sindacato birmano i successi di una strategia che viene da lontano e che ha puntato al dialogo

07/07/2015 La Confederzione Sindacale birmana CTUM accetta la proposta di salario minimo e chiede agli imprenditori di lavorare per un aumento della produttività

30 imprese dell'abbigliamento a Rangoon pronte a chiudere e a lasciare a casa 70.000 lavoratori

23/07/2015 Arrestata sindacalista dei contadini Su Su Nway

era impegnata a sostegno dei contadini per la restituzione delle terre confiscate

04/07/2015 le imprese dell'abbigliamento minacciano la chiusura se il governo approverà il salariominimo di 3,25 $ al giorno

le imprese propongono un salario di fame pari a 2,5 $ al giorno.