1/26/2015
Il governo prevede un forte incremento del turismo da 3.08 a 5 milioni entro l'anno
i dati includono visite della durata di meno di 24 ore dai paesi di confine

 Il ministro del Turismo e hotel ha dichiarato che il governo continuerà a puntare ad un forte aumento del turismo, con l’obiettivo di arrivare a 4 o 5 milioni di visitatori entro quest’anno,  Questo, nonostante le recenti critiche all’approccio avuto dal governo per quanto riguarda lo sviluppo turistico e ai dubbi sulla accuratezza dei dati sul numero di turisti. Il Ministro Htay Aung ha dichiarato che sono le cifre registrate attualmente hanno raggiunto il numero di 3.08 milioni di turisti  nel 2014, una cifra che il ministro spera possa arrivare a 4,5  fino a 5 milioni con l’aumento di visitatori della regione, il miglioramento del servizio visti per i turisti, la negoziazione di accordi per la eliminazione di visti con gli altri paesi ASEAN e la possibile apertura dei confini tra Cina e Birmania per i visitatori provenienti dai paesi terzi.

“In Birmania lo scorso anno abbiamo avuto 3.08 milioni di visitatori ma questo dato comprendeva diverse serie di categorie di persone. Abbiamo incluso prevalentemente turisti arrivati in aereo, crociera o via terra” ha dichiarato in una intervista a latere del Forum ASEAN sul turismo tenutosi  martedi scorso. “ in futuro si intravedono delle importanti potenzialità per quanto riguarda gli arrivi via terra” 

Htay Aung ha dichiarato che dei 3.08 milioni di visitatori dello scorso anno, 1.2 milioni sono arrivati in aereo e con navi da crociera. I paesi di partenza sono stati prevalentemente Tailandia, Cina e Giappone. A seguito delle aperture del paese iniziate dal  governo semi civile del Presidente Thein Sein, gli arrivi per turismo sono cresciuti enormemente e sono appunto passati dagli 800.000 del 2011 ai 3.8 milioni dello scorso anno ed il governo ha indicato che questa crescita è indice del successo delle riforme politiche ed economiche, ma sono state sollevate delle critiche sulla accuratezza dei dati e sull’approccio allo sviluppo turistico. Gli esperti del turismo hanno dichiarato al The Myanmar Times che i metodi di Naypyidaw sono molto diversi dalle definizioni relative alle visite turistiche accettate a livello internazionale  dall’ United Nations World Tourism Organization (UNWTO). Secondo le ultime definizioni, solo 1.2 milioni di arrivi potrebbero essere indicati come arrivi turistici nel paese, con una permanenza di almeno 24 ore. Circa 1.9 milioni di visitatori registrati dalla capitale sono in realtà visitatori giornalieri provenienti dai paesi vicini ovvero Tailandia, India, Cina e Laos. Il Master Plan sul Turismo 2013-2030 definito dall’ADB, ha suggerito che il governo dovrebbe untare ad arrivare a 2.2 milioni di turisti entro il 2015 e 5 milioni entro il 2020. I numeri sono stati ulteriormente rivisti verso l’alto su insistenza del governo fino a toccare i 3 milioni e i 7.5 milioni rispettivamente come previsione del governo che punta ad una espansione del settore.

Htay Aung  non ha risposto direttamente alle domande sulla accuratezza dei dati relativi agli arrivi, ma in una conferenza stampa tenutasi a Naypyidaw ha dichiarato che “nel prossimo futuro lavoreremo con UNWTO per la definizione di metodologie di indagine mirate “ al miglioramento dei dati sul turismo.

Secondo Aung Myat Kyaw, Presidente della Union of Myanmar Travel Association, il governo dovrebbe garantire che i dati sugli arrivi siano in linea con le definizioni internazionali in modo che il settore turistico possa migliorare le proprie strategie di crescita. “Nessuno ha dati accurati” ha dichiarato. La crescita del settore turistico è stata messa a rischio dalla scarsa qualità degli alberghi e delle guesthouses, dagli alti prezzi, dalla scarsità delle infrastrutture di trasporti e delle comunicazioni  e da un basso sviluppo del settore aereo interno, con bassi record di sicurezza.

29/10/2016 Nuova legge sugli investimenti

una ulteriore semplificazione dopo l'eliminazione delle sanzioni americane

Crescita record per gli investimenti esteri

L'aumento del costo del lavoro in altri paesi asiatici contribuiscono all'insediamento di investimenti esteri in Birmania

16/06/2014 L’ agenzia per la cooperazione giapponese JICA smentisce le accuse di negligenza

Circa 4.500 persone verranno sfollate dall'area di Thilawa. Il governo giapponese fortemente impegnato a sostegno di iniziative imprenditoriali e di cooperazione in Birmania

28/05/2014 Il Presidente Obama rinnova per un altro anno le sanzioni economiche mirate

La decisione proibisce ad imprese e soggetti americani di fare affari con i militari. Causa le violazioni dei diritti umani e il conflitto in corso in alcuni Stati del paese

20/03/2014 L’Unione Europea e la Birmania negozieranno un accordo per la tutela degli investimenti

Comunicato stampa della UE su ragioni e obiettivi del negoziato

01/04/2014 In vendita le quote di partecipazione alla Zona Economica Speciale di Thilawa

Un progetto pari a 21 miliardi di Kyats.

l’UE sta lavorando per valorizzare i legami economico commerciali con la Birmania

dalla fine delle sanzioni internazionali i rapporti commerciali e gli investimenti sono cresciuti

20/03/2014 Il settore delle telecomunicazioni attrarrà la gran parte degli investimenti diretti esteri.

nell'anno fiscale 2014/15 gli investimenti raggiungeranno i 4 miliardi di $

06/03/2011 Dal porto di Maday nessun vantaggio per i residenti

Articolo di Khin Oo Thar

08/02/2014 Un nuovo albergo a 5 stelle verrà costruito a Rangoon

Contribirà a sostenere l’industria turistica

05/03/2015 Negoziati UE Birmania per un accordo bilaterale sugli investimenti

lettera aperta sui mancati impegni per il rispetto dei diritti umani e sulle regole

Gli investimenti esteri in crescita in Birmania

ulteriori previsioni di crescita soprattutto se si firmerà l'accordo bilaterale UE -Birmania

10/10/2014 Pubblicato il primo rapporto sulla trasparenza delle aziende petrolifere in Birmania

In vista della riunione del board dell'EITI che si terrà in Birmania. Un passo importante a livello globale

17/09/2016 OBAMA CANCELLERA' LE SANZIONI ECONOMICHE VERSO LA BIRMANIA

l'annuncio in un incontro tra Obama e Aung San Suu Kyi alla Casa Bianca

16/04/2016 ONE BELT ONE ROAD

NEW OFFPORTUNITIES IN CHINA E BEJOND

02/03/2017 LE SFIDE DI AUNG SAN SUU KYI PER LA NUOVA BIRMANIA

Un libro che fa capire gli enormi problemi ancora irrisolti nel paese delle pagode

Italian Products Expo 2015, aperta oggia Yangon

100 imprese italiane con il sostengno dell'Ambasciata Italiana a Yangon

01/11/2015 la produzione e trasformazione del pesce

il quadro delle prospettive e dei problemi da superare nel settore

04/07/2015 le imprese dell'abbigliamento minacciano la chiusura se il governo approverà il salariominimo di 3,25 $ al giorno

le imprese propongono un salario di fame pari a 2,5 $ al giorno.

17/06/2014 Il miglioramento della produttività e la qualità del riso birmano faciliterebbe le esportazioni in mercati qualificati

Nuovo rapporto della Banca Mondiale indica i problemi e le soluzioni possibili per il settore del riso

L'inflazione rimarrà al 9% e la crescita al 7%-

il FMI sostiene la necessità di controllare attentamente la attribuzione delle licenze

15/03/2014 Secondo uno studio svedese, la migliore scommessa di Naypyidaw sta nelle dighe idroelettriche

un settore fortemente in crescita, ma si dovrà mantenere la produzione nel paese.

18/03/2014 Gli abitanti dei villaggi nell'area di Dawei denunciano le aziende minerarie presenti nella zona per danni da inquinamento

anni di denunce inascoltate per i danni subiti dalla grande miniera di stagno e tungsteno nella zona di Dawei

21/11/2013 Proteste contro i rischi dell'inquinamento frenano il nuovo terminal petrolifero birmano

proteste di cittadini e ambientalisti pongono in dubbio la costruzione di una nuova raffineria petrolifera