8/26/2009
Condizioni degli arresti peggiori per Aung San Suu Kyi

Associated Press – Il regime di detenzione della leader democratica birmana Aung San Suu Kyi si è fatto più duro dal momento della condanna ricevuta per aver violato i termini dei precedenti arresti domiciliari. Queste le parole del suo avvocato martedì.               

La giunta militare birmana non ha dato risposta alla richiesta di Suu Kyi di ricevere una visita del proprio medico personale, ha detto Nyan Win, suo avvocato e portavoce del suo partito, la National League for Democracy.

Nyan Win ha anche detto che a lui e ai suoi colleghi non è stato ancora permesso di incontrare il Premio Nobel per la Pace, dalla condanna dell’11 Agosto, per discutere di un appello.            

“Il regime attuale imposto a Daw Aung San Suu Kyi è peggiore di quello precedente” ha detto. Daw è una formula di rispetto.             

Una corte birmana ha giudicato Suu Kyi, 64 anni, colpevole di aver dato rifugio ad un intruso americano, non invitato. La sua sentenza a tre anni di prigione è stata poi ridotta a 18 mesi di arresti domiciliari da un ordine della giunta.              

Suu Kyi è stata fatta tornare alla sua residenza, che è severamente controllata, già dal giorno della condanna. La leader democratica è stata agli arresti per circa 14 degli ultimi 20 anni a causa della sua attività politica non violenta, ma quest’anno è stata la prima volta che è stata incriminata penalmente.                

La corte ha stabilito 8 regole per i suoi nuovi arresti domiciliari, che erano state considerate più aperte di quelle precedenti, che l’hanno tenuta in quasi completo isolamento.             

Ora Suu Kyi e le due donne che vivono con lei potrebbero ricevere visite senza autorizzazione, avere cure mediche, leggere i giornali di stato e ascoltare la televisione di stato.           

Ma Nyan Win ha detto che le autorità non hanno ancora accolto la richiesta di Suu Kyi di avere il proprio medico personale anzichè quello del regime.            
Ha aggiunto che Suu Kyi chiede il suo dottore “perché lui conosce bene la sua storia clinica”.          

Suu Kyi aveva detto ai suoi avvocati di aver bisogno di chiarimenti dalle autorità riguardo ai termini dei propri arresti domiciliari, riguardo al diritto di visita e alla copertura medica.            

Nyan Win ha detto che non è chiaro se le sarà concesso di incontrare le persone che vuole, o se le persone che vogliono visitarla possono presentare una domanda.                  

Nyan Win ha detto che è ora più difficile mandare a Suu Kyi libri rispetto a quando era nella Prigione di Insein durante il processo, perché ogni libro deve essere controllato, il ché comporta giorni. 



(Puoi leggere l'articolo in originale su Burmanet)


(26 Agosto 2009)

11/03/2014 Aung San Suu Kyi incontra il Presidente Thein Shwe

Un importante incontro i cui contenuti non sono stati divulgati. Probabilmente si è discusso della modifica della costituzione

06/01/2014 Aung San Suu Kyi presidente potrebbe riconciliare la Birmania

Iintervista a U Win TIn di Sandra Zampa parlamentare PD

20/06/2014 69° Compleanno della Leader birmana Aung San Suu Kyi

15 organizzazioni di donne si sono coalizzazzatea sostegno della campagna di Aung San Suu Kyi in vista delle elezioni del 2015

28/08/2017 VITA AGLI ARRESTI DI AUNG SAN SUU KYI

un film di Marco Martinelli

02/03/2017 LE SFIDE DI AUNG SAN SUU KYI PER LA NUOVA BIRMANIA

Un libro che fa capire gli enormi problemi ancora irrisolti nel paese delle pagode

21/09/2016 Aung San Suu Kyi parla all'Assemblea Generale ONU

prima rapprentante di un governo civile birmano

08/02/2016 Aung San Suu Kyi minacciata di morte su Facebook

L'NLD denuncerà il responsabile delle minacce

08/04/2016 Il Ministro Gentiloni incontra il nuovo Presidente birmano e la Leader Aung San Suu Kyi

Forte sostegno dell'Italia al processo di democratizzazione

08/02/2016 Aung San Suu Kyi potrebbe diventare presidente se i militari accetteranno di modificare un articolo della costituzione

i negoziati in atto potrebbero bypassare il divieto costituzionale