13/02/2017
Aung San Suu Kyi sollecita la firma dell'accordo nazionale di cessate il fuoco

La Consigliere di Stato Aung San Suu Kyi ha colto l'occasione della commemorazione  dell’Union Day, tenutasi domenica nello Stato Shan, per sollecitare i non firmatari del cosiddetto accordo di cessate il fuoco a livello nazionale (NCA), ad abbandonare le loro riserve e avere la "fiducia in se stessi" aderendo all’ accordo.

Parlando a Panglong,  nello Stato di Shan, dove suo padre, Aung San e 23 leader etnici
70 anni fa, avevano firmato l'accordo originale  di Panglong,  Suu Kyi ha ricordato le origini storiche della giornata, la  mancata attuazione del patto per la post-indipendenza della Birmania e le sue speranze per il futuro in un paese ancora devastato dalla guerra civile.

"Niente è facile da realizzare. Dall’indipendenza ad oggi non abbiamo raggiunto la pace. Come tutti sapete, ci sono conflitti in atto tra e in mezzo a noi, in un posto o in un altro. Raggiungere la pace è una opportunità come pure un dovere ", ha detto Suu Kyi, secondo una traduzione non ufficiale del suo discorso.

"Voglio chiedere ai gruppi etnici nazionali, che non hanno ancora firmato il trattato di cessate il fuoco di firmarlo con coraggio e fiducia in se stessi. Unitevi a noi nel nostro accordo di  Panglong del ventunesimo secolo, "ha detto.
Solo otto dei gruppi armati del paese hanno firmato il NCA il 15 ottobre 2015, mentre circa una dozzina ha sospeso la firma o  ha negato la possibilità di unirsi all'accordo. Suu Kyi ha sempre spinto perché la firma dell’accordo venga considerata  un pre-requisito per ottenere un posto formale, al tavolo dei negoziati, visto che il processo di pace sta andando avanti, una posizione posta dall’USDP  quando era al potere e che Aung San Suu Kyi  ha condiviso.
"Il coinvolgimento o l’ intervento di altri probabilmente sembra essere un problema", Suu Kyi ha detto Domenica  parlando del processo di pace. "Nel nostro paese, alcune persone non vogliono la riconciliazione nazionale e la pace. Ciò può derivare da  punti di vista o per altri motivi. Tuttavia, non dobbiamo avere paura di questi atteggiamenti e posizioni negative. Questi possono essere superati attraverso il nostro giudizio, l'unità e coraggio ".

Il governo ha programmato per il 28 febbraio la seconda tornata della Conferenza di Panglong   almeno   un alto funzionario coinvolto nel processo di pace, ha sottolineato che solo i firmatari dell’NCA saranno ammessi a partecipare.

Suu Kyi è stato raggiunta domenica dal capo negoziatore della pace, il dottor Tin Myo Win, primo ministro dello Stato Shan, dal tenente generale Yar Pyai, dai  rappresentanti dei partiti politici e  dai membri delle minoranze etniche. Altre Cerimonie per la celebrazione dell’ Union Day si sono tenute anche a Rangoon e Naypyidaw.

News