26/05/2016
Avviata la formazione dei parlamentari birmani con un progetto della Cooperazione Italiana
Yangon, 26 maggio 2016 - "Il rafforzamento delle capacita' istituzionali e' una delle chiavi di volta per consentire una transizione democratica di successo in Myanmar. Un Parlamento in grado di legiferare piu' efficacemente potra' dare un contributo essenziale a questo processo e sono particolarmente orgoglioso che l'Italia stia intervenendo in questo settore in maniera cosi' tempestiva". Cosi' si e' espresso l'Ambasciatore italiano a Yangon, Pier Giorgio Aliberti, a margine della cerimonia di chiusura, svoltasi oggi a Nay Pyi Taw, della seconda fase del progetto di rafforzamento delle capacita' del Parlamento birmano, co-finanziato dal Ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dalla Scuola Nazionale dell'Amministrazione ed attuato da quest'ultima insieme all'IPALMO. Grazie a questa iniziativa, 66 tra Membri del Parlamento e funzionari parlamentari birmani hanno potuto conoscere strumenti innovativi di analisi delle politiche pubbliche, approfondendo le conoscenze di processi e procedure parlamentari di altri ordinamenti. Alla cerimonia e' intervenuto anche il Vice Presidente della Camera Bassa, U T Khun Myat, che ha espresso forte apprezzamento per i risultati raggiunti.
News