02/02/2014
giornalisti arrestati per aver denunciato l'ipotetica presenza di una fabbrica di armi chimiche

Quattro giornalisti e il direttore del giornale di Rangoon: Unity, sono stati arrestti  dalle forze speciali di polizia dopo che il giornale aveva riferito della sospetta esistenza di una fabbrica di armi chimiche nella Birmania centrale. Il rapporto pubblicato la scorsa settimana e dal titolo: una segreta fabbrica di armi chimiche  degli ex generali, tecnici cinesi e del comandante in capo della township di Pauk” comprendeva fotografie del supposto impianto di armi chimiche, nella divisione di Magwe. Lu Maw Naing, un reporter del giornale con sede nella township di Pauk e l’amministratore delegato Tint San  sono stati arrestati rispettivamente venerdì e sabato, apparentemente per aver pubblicato segreti di stato. Secondo la sua famiglia, Lu Maw Naing è stato preso per essere interrogato venerdì sera. Sabato mattina la sua famiglia è stata informata che non ci sarebbe stata alcuna cauzione per aver rivelato segreti di stato e che sarebbe stato portato in custodia della sezione speciale a Pakokku. “la polizia di Pauk ha dichiarato che la cauzione era al di fuori della loro autorità.” Ha dichiarato la moglie Lu Maw Naing.  Secondo  il suo assistente, sabato mattina Tint San è stato arrestato a Rangoonda funzionari della polizia speciale nell’ufficio del quotidiano Unity .

“tre ufficiali sono venuti e l’hanno portato via dichiarando che dovevano interrogarlo. Ma non sappiamo dove sia stato portato e cosa gli succederà” ha dichiarato Thiha Aung. Anche altri tre giornalisti Yarzar Oo, Paing Thet Kyaw e Sithu Soe sono stati arrestati.

“dobbiamo assicurarci cosa sta succedendo ai nostri giornalisti e all’editore in capo e consulteremo i nostri legali e il Consiglio della stampa Birmana sul caso e deciderà cosa fare.”

Parlando all’Irrawaddy prima Tint San ha insistito che il giornale ha le prove per sostenere le dichiarazioni sulla fabbrica di armi chimiche. “io stesso sono stato alla fabbrica. Abbiamo dati concreti. Ho anche tralasciato alcuni fatti che potrebbero divulgare segreti di stato. La questione del giornale Unity contenente il rapporto è stato preso dagli archivi delle autorità. Il rapporto in quesitone descrive in dettaglio la fabbrica, dichiarando che è costituita da edifici intorno alla collina, collegati da oltre 1,000 piedi  di tunnel. La fabbrica è conosicuta con il n. 24. Il rapporto ha sostenuto che tecnici cinesi sono stati visti da gente della zona che lavora alla fabbrica e che al suo interno sono stati trasportati molti boilers di metallo e grandi quantità di cemento. Le dichiarazioni non poterono essere verificate in modo indipendente.

Il rapporto ha anche sottolineato che la fabbrica è stata visitata nel 2009dall’ex comandante in capo dell’esercito Snr Gen Than Shwe, dall’attuale comandante in capo Min Aung Hlaing nel 2011 nel 2013 dall'ex vice presidente Tin Aung Myint Oo e dall’attuale Vice Presidente Nyan Htun.

La fabbrica è stata costruita nel 2009 su più di  3,000 acri di terreno confiscato ai contadini.

News