29/01/2014
il 2014 è un gioco dell’attesa per la comunità degli affari
Molti investitori stranieri aspettano le elezioni del 2015 per valutare se investire o meno in Birmania.

RANGOON —  gli esperti predicono che il 2014 sarà un anno di attesa per la comunità degli affari birmana vista la continuazione dell’incertezza politica che frena sia gli investimenti locali che quelli internazionali.  Il Presidente Thein Sein ha dichiarato questa settimana che si aspetta per quest'anno una crescita economica del 9,1 per cento.

 Il paese viene presentato come una destinazione attraente per gli investimenti in quanto un governo nominalmente civile ha preso il potere nel 2011 e ha abbracciato riforme orientate al mercato libero. The Mirror, il giornale di proprietà pubblica ha riportato le dichiarazioni del ministro dello Sviluppo economico e della Pianificazione nazionale Kan Zaw nel corso di una conferenza sullo sviluppo nella quale si offriva una visione positiva sul futuro degli investimenti diretti esteri in Birmania. Secondo le dichiarazioni Kan Zaw ha evidenziato gli investimenti crescenti di Cina e India e ha dichiarato che il settore dell’abbigliamento, taglio, manifattura e confezionamento stava andando bene grazie ai bassi salari e bassi costi di produzione. Gli IDE sono cresciuti dall’inizio delle riforme economiche e da quando i paesi occidentali hanno interrotto o sospeso le sanzioni contro la Birmania. Secondo i più recenti dati disponibili i primi sei mesi dell’anno fiscale 2013-2014 che inizia il 1 aprile, ha visto il governo approvare progetti per più di 1.8miliardi di $ rispetto ai 1.4 miliardi di $ di IDE dell’anno fiscale 2012-2013. Ma gli osservatori affermano che un numero maggiore di investitori hanno adottato un approccio cauto viste le incertezze circa gli investimenti in Birmania. Tutti aspettano i risultati delle elezioni del 2015, che potrebbero avere un significativo impatto sulla possibilità  che la comunità internazionale continui a sostenere la Birmania.

Myat Thin Aung , presidente della Zona Industriale Hlaing Tharyar di Rangoon, ha insistito che l'attuale situazione politica, soprattutto l'incertezza sulle modifiche della Costituzione del 2008 che dovrebbero consentire alla leader dell'opposizione Aung San Suu Kyi di diventare presidente - è una delle principali preoccupazioni delle imprese straniere che cercano di investire nell'industria pesante del paese. " Stanno arrivando investimenti esteri  ma solo nel settore dell'abbigliamento e non nell'industria pesante. La zona Industriale di Hlaing Tharyar è la più grande zona di Rangoon  con 861 fabbriche, che producono per la maggior parte capi e in gran parte con investimenti provenienti da Cina, Hong Kong e Taiwan. “ la gente sa che il governo non preleva forti tasse dalle imprese del settore abbigliamento, ma nell’industria pesante gli investitori attendono le elezioni dell’anno prossimo per vedere se Daw Aung San Suu Kyi sarà eletta o meno. Myat Thin Aung  ha dichiarato che l’industria pesante è necessaria per la crescita economica sostenibile  perché coinvolge  investimenti di lungo periodo rispetto al settore abbigliamento.

Penso che se gli investitori stranieri arrivassero quest’anno significherebbe  che non  sono interessati alla situazione politica birmana. E che lavorerebbero con qualsiasi governo. In settori come quello bancario, gli investitori esteri devono attendere i cambiamenti legislativi che permettano il loro ingresso. Attualmente le banche estere possono solo aprire uffici di rappresentanza, cosa che è stata fatta in attesa che vengano autorizzati ad avere una maggiore presenza in futuro. E con le elezioni attese per novembre 2015 solo nel 2016 gli investitori potenziali potranno avere certezze sul futuro a lungo termine delle politiche economiche. Maw Than, un economista in pensione e consigliere del Presidente Thein Sein ha sottolineato che nonostante i rischi le imprese stanno arrivando nel paese.

 “ Vediamo molti investitori stranieri che hanno fiducia nelle politiche del governo e possono continuare ad investire il prossimo anno. Ma è anche vero che la crescita economica dipende dalla stabilità politica e alcuni potrebbero aspettare le nuove politiche del governo.” ha dichiarato che coloro che investiranno prima avranno maggiori vantaggi. Myat Thin Aung ha dichiarato che investimenti nell'industria pesante sono necessari perchè l'economia cresca in modo sostenibile, in quanto coinvolgono maggiori investimenti a lungo termine rispetto al settore dell'abbigliamento.

In settori come quello bancario, gli investitori stranieri devono attendere le modifiche legislative per permettere loro di entrare . Allo stato attuale , le banche estere possono solo aprire uffici di rappresentanza , che molti hanno fatto nella speranza che essi saranno autorizzati una maggiore presenza in futuro . Ye Min Oo manager della Asian Green Development Bank di proprietà del tycoon Tay Za concorda con il fatto che  il 2014 sarà un anno di transizione.

E con l'elezione prevista per novembre 2015, non sarà fino al 2016 che i potenziali investitori sono certi per il futuro a lungo termine della politica economica birmana.  “Anche se i nuovi cambiamenti di governo nel 2015 dopo le elezioni , gli investimenti diretti esteri potrebbero attendere fino alla fine del 2016 per vedere la sua nuova politica economica ", ha detto Ye Min Oo .

Maw Than , un professore di economia in pensione e consigliere del presidente Thein Sein , ha ribadito che nonostante i rischi , le aziende si stanno muovendo nel paese. "Vediamo tali investitori stranieri credendo recente politica del governo , e possono continuare a investire il prossimo anno . Ma il suo diritto che crescono economica dipende dalla stabilità politica , e alcuni potrebbe anche aspettare e vedere la politica del prossimo governo ", ha detto, aggiungendo che coloro che prendono il tuffo in anticipo vedrà maggiori ricompense
News