02/03/2016
IL PARLAMENTO HA DECISO DI ANTICIPARE AL 10 MARZO L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELL’UNIONE E DEI DUE VICE PRESIDENTI
Senior General Min Aung Hlaing (L), Myanmar's commander-in-chief, shakes hands with National League for Democracy (NLD) party leader Aung San Suu Kyi before their meeting in Hlaing's office at Naypyitaw December 2, 2015. REUTERS/Soe Zeya Tun

Sembrerebbe che la leader democratica Aung San Suu Kyi stia cercando di accelerare all’ultimo minuto la votazione con cui si stabilirà chi sarà il presidente del paese.

Stando all dichiarazioni dei membri della NLD, le elezioni, che erano state fissate per il 17 di marzo, dovrebbero essere anticipate alla fine di questa settimana, che è stata scenario di un accesso dibattito tra la NLD e i membri dell’esercito per la modifica della sezione 59 della costituzione, che impedisce a Suu Kyi di diventare presidente, e che, a quanto pare, sarà impossibile che venga modificata.

La data prestabilita per il passaggio dei poteri era l’1 di aprile, ma Mamma Suu sta cercando di accelerare i tempi in modo da poter organizzare al meglio il governo.

Un altro fattore che potrebbe aver portato all’inaspettato cambio di programma da parte della NLD, è la mancata collaborazione da parte dell’aministrazione uscente del presidente Thein Sein. La scorsa settimana, infatti, i membri della NLD hanno mosso pesanti critiche agli esponenti dell’USDP, che stava progettando la costruzione di una miniera di rame in collaborazione con una società costruttrice di armi cinese e l’esercito birmano.

News