15/05/2014
L'NLD si oppone alle misure della commissione elettorale che esautorano il ruolo del Parlamento
La commissione elettorale autorizza solo i singoli candidati ad indire manifestazioni elettorali
I punti centrali del contenzioso riguardano  i limiti alla campagna imposti dalla commisisone elettorale sui candidati alle elezioni. Il maggior partito di opposizione, l’NLD ha dichiarato che non vi sono stati progressi nel dialogo con la Commissione elettorale nazionale sulle nuove e controverse regole  per la campagna elettorale. Il portavoce dell’NLD Nyan Win ha dichiarato martedì scorso che tali norme sono illegali. “nessuna legge ha autorizzato nessuno a mettere a punto questo tipo di procedrue, ed inoltre severranno attuate sarebbero contrarie alla giurisdizione del Parlamento dell’Unione.” Il punto principale di contesa riguarda i limiti imposti dalla commissione sui candidati alle elezioni. La commissione ha dichiarato che solo i singoli candidati possono organizzare manifestazioni pubbliche, mentre l’NLD afferma che nei prossimi giorni si alleerà con altri gruppi di attivisti per la attuazione di manifestazioni per l’adozione di misure che facilitino la modifica della costituzione. La leader dell’NLD e Premio Nobel Aung San Suu Kyi dovrebbe essere la figura chiave delle prossime manifestazioni sabato a Rangoon e domenica a Mandalay. Aung San Suu Kyi dovrebbe parlare insieme a Min Ko Niang, uno dei leader dell’organizzazione che promosse la rivolta degli studenti del 1988, rivolta repressa dalla giunta militare di allora. L’opposizione afferma che le attuali norme per la modifica della costituzione prevedono una maggioranza troppo alta per l’adozione di tali riforme.

News