PUBBLICATE LE NUOVE LEGGI SULL’IMPATTO AMBIENTALE

Il Ministero della   Conservazione Ambientale e Forestale ha emanato nuove procedure per la valutazione dell'impatto ambientale dei progetti locali, così come nuove linee guida sulle emissioni. La  procedura di valutazione d'Impatto Ambientale - approvata dal Consiglio nel mese di novembre - è stata redatta con il sostegno della Banca Asiatica di Sviluppo e sulla base degli orientamenti della International Finance Corporation  e sono state elaborate su misura per il paese, anche in rapporto alle esperienze dei paesi vicini. Queste procedure sono state pubblicate giovedì a Nay Pyi Taw.

Il Vice Ministro per la Protezione Ambientale e Forestale, Thet Zin i ha dichiarato che la procedura dell’EIA consente di identificare le possibili conseguenze dei progetti sullo sviluppo socio-economico e di ridurre al minimo il loro impatto sull'ambiente, e ha aggiunto che i sistemi della EIA dovrebbero essere applicati in Birmania, allo stesso modo in cui sono stati applicati nei paesi appartenenti all’ASEAN. “E’ diventato un dovere quando si investe in Birmania, tenere di conto dei fattori economico sociali e ambientali. Controllare l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del suolo nell’attuazione dei progetti” ha detto. Hla Maung Thein, il vice direttore generale del Dipartimento di protezione ambientale, ha aggiunto che mettere in pratica le regole si tradurrebbe in una gestione ambientale efficace. Le valutazioni dell’impatto ambientale sono focalizzate sulla trasparenza del progetto, l’accettazione delle parti e la conservazione ambientale ad un costo minimo. Gli investitori dovranno rendere pubbliche le informazioni rilevanti in tempo reale; saranno richiesti programmi di auto-monitoraggio e riferimento ai dipartimenti governativi interessati.

Se una società non comunicherà le informazioni necessarie, sarà soggetta ad una multa di entità compresa tra i $1000 e $5000, o l’equivalente in kyat, secondo le procedure EIA.

Il direttore del Myanmar Centre for Responsible Business, Vicky Bowman, ha ben accolto l’avvio delle procedure EIA affermando :”Questo rimuove parte dell’area grigia in cui le aziende hanno operato negli ultimi anni e fa chiarezza su ciò che le società di consulenza e di comunicazione dovrebbero attuare, e quali sono i problemi e le conseguenze da prevenire nella valutazione e nella pianificazione dei progetti. Se le procedure saranno attuate correttamente, gli obblighi informativi contribuiranno a migliorare la qualità dell’EIA. Quello che serve ora è continuare a rafforzarsi e la fornitura di consigli di esperti al MOECAF, in modo che le valutazioni vengano elaborate entro le scadenze”. Thet Then Zin ha detto che queste leggi potrebbero portare risultati significativi, ma anche nuove sfide. Negli altri paesi, alcune compagnie hanno speso troppo tempo e denaro ad hanno avuto difficolta nell’accedere ai dati di sicurezza, nella presentazione delle relazioni e nella cooperazione pubblica. Se, però, i dipartimenti governativi, gli investitori e il popolo lavoreranno seguendo le linee guida, potranno essere prevenuti gli impatti sociali e ambientali provocati dal processo di sviluppo”.



                                                                     



                                    
                                                                              
tradotto da GIUSEPPE DE GREGORIO



 
News